In libreria


Verso


di Cinzia Caputo

2006
Manni Editore
pp. 80

Poesia e linguaggio come sentire femminile che nasce da un tessuto autobiografico non sempre personale. Miti e riti quotidiani, nella sintassi del sogno, sono utilizzati anche in funzione terapeutica. Ogni donna può riconoscersi in questa piccola guida per viaggiare tra le tracce di archetipi che utilizzano il saper sentire.

Cinzia Caputo vive e lavora a Napoli, ma ha studiato a Roma; psicologo-analista junghiano, socio AIPA (Associazione Italiana Psicologia Analitica). Da sempre coniuga arte e psicoanalisi, organizzatrice di eventi culturali in tale ambito. Si occupa di fiabe e di narrazione, sia nella psicologia dell’infanzia che in ambito gruppale per la formazione nelle istituzioni (ASL. Università, scuola). Collabora alle attività dell’Associazione Eleonora Pimentel Lopez De Leon, presieduta da Ester Basile.
Ha pubblicato su riviste specializzate testi di analisi delle fiabe e, in poesia, plaquettes a tiratura limitata (Le bambole del tempo, La voce del solstizio, Da rive a rime (Timèo edizioni).
È del 2006 la sua prima silloge, Verso (Manni editore), libro atipico e verticale, con incisioni di Luciano Ragazzino.
In preparazione è un nuovo libro.