Al Cinema


La stella che non c'è


di Gianni Amelio, 2006

La stella che non c'è

Attraverso la storia del protagonista Vincenzo Buonavolontà, operaio siderurgico napoletano in viaggio in Cina al fine di riparare la centralina guasta di un altoforno, è possibile entrare dentro la realtà cinese: una realtà distante dalla nostra e che assegna un diverso valore psichico ai luoghi ed alle emozioni. Intenso, anche per la capacità espressiva di Sergio Castellitto, il non detto appare nella fotografia e nelle pieghe delle storie dei protagonisti. Il titolo è metafora di qualcosa che manca nella cultura e consapevolezza cinese, qualcosa su cui tutti noi – come cittadini del mondo – siamo chiamati a riflettere.

Segnalato da Giusi Polizzi